A.R.I. TROPOSCATTER ITALIA  "GRUPPO MICROONDE  MONTE DEL GIOGO E MONTE MAGGIORE"

  M O N T E  DEL  G I O G O

 

       COMANO  (MS )                             EX BASE NATO TROPOSCATTER " LIVORNO"

 

ARI

     
 

A.R.I.  TROPOSCATTER  ITALIA

 

Gruppo Microonde Monte del Giogo

e

 Monte Maggiore


 

MONTE DEL GIOGO

 

Ex Stazione N.A.T.O.  " Livorno "

Comano  (MS)

 

     
 

 AMARCORD TROPOSCATTER ACE-HIGH

PAGINA  1 di 4

     
     
 

I 

n questa sezione del sito abbiamo raccolto le immagini che alcuni scatteristi ACE HIGH ci hanno concesso di riprodurre. Esse ci hanno aiutato nella nostra ricostruzione storica della rete, consentendoci di capire meglio alcuni dettagli tecnici e molti aspetti umani dell’universo ACE. Numerose sono immagini di vita quotidiana, molto importanti in quanto testimoniano lo spirito con il quale tecnici e militari svolgevano i loro compiti, svelandoci aspetti ed episodi inediti della vita del network. Alcune testimoniano gli inizi dell’avventura troposcatter nel nostro paese, documentando la nascita di una impresa  tecnica che per oltre trent’anni avrebbe costituito uno dei cardini della sicurezza europea.

I radioamatori del Gruppo Scatter Monte del Giogo ringraziano gli scatteristi che hanno consentito la riproduzione delle immagini qui pubblicate e fanno appello a chiunque possegga materiale simile e ritenga di renderlo pubblico, di contattarci, consentendoci di ampliare e arricchire questa rubrica di ricordi, che per noi sono anche importante fonte di documentazione tecnica e storica.

Per ora il Gruppo Scatter ringrazia gli amici signor Luciano Barberis, M.llo Ersilio Brugnoni, M.llo Angiolo Carlomagno, M.llo Gianfranco Carnesecca, M.llo Giuseppe De Maria, M.llo Sergio Feudo,  M.llo Filiberto Lumaca e il Signor Gerrit Padberg, per aver messo a disposizione il materiale qui pubblicato e per averci fornito un insostituibile e importantissimo aiuto nella scoperta e nella comprensione della rete ACE HIGH.

Parma-Monte del Giogo 14 agosto 2007

Il Gruppo Microonde Scatter Monte del Giogo

montegiogo@libero.it

 

 

 
   
   
   
   
   
 

 
 

     Si sta costruendo la “LIVORNO”: due ignoti tecnici osservano uno dei due paraboloidi sud appena messo in opera: base “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, 1961.

 
     
     
 

 
 

La Base Troposcatter "LIVORNO" nei primi anni di vita: base "LIVORNO" (IMXZ), Monte del Giogo, 1964.

 
     
     
 

 
                                         E' il 2 novembre 1964 e sul Giogo faceva freddo…..  
     
     
 

 
 

      Nella sala O/H però, nel gennaio 1964, vicino ai finali del Troposcatter, la temperatura era accettabile: base “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, gennaio 1964.

 
     
     
 

 
     
 

 
 

Circa un anno dopo nevicava abbondantemente e il comandante osservava attento le operazioni di pulizia della stazione: base “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, febbraio 1965).

 
     
     
 

 
 

             Una 500 in vetta: base “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, ottobre 1964.

 
     
     
 

 
 

 L’accesso alla base visto dal traliccio del LOS: a destra la linea telefonica che attraversa il bosco e, in fondo, il lago Paduli: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, luglio 1964.

 
     
     
 

 

 

      Dallo stesso punto (la sommità del traliccio del LOS) è stata scattata questa immagine: i paraboloidi sud che guardano le Apuane perse nella foschia di questo luglio di oltre 40 anni fa: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, luglio 1964.

 
     
     
 

 
 

Il camminamento di guardia, visto dal “pensatoio”: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo,

luglio 1964.

 
     
     
 

 
 

      La parete est della sala O/H e la copertura della guida d’onda vestite d’inverno: base “Livorno” (IMXZ) Monte del Giogo, gennaio 1965.

 
     
     
 

 
 

      Ai più giovani toccava anche questo: un giovanissimo Gianfranco Carnesecca trascorre il Natale alla base: Stazione “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, Natale 1962.

 
     
     
 

 
 

 

 
 

 
 

      Da sinistra Gianfranco Carnesecca e Filiberto Lumaca in convivio. Base “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, 1971.

 
     
     
 

 
 

      La cucina della base “Livorno” era ben fornita e non mancavano i vivandieri specializzati, in questo caso è all’opera l’appuntato CC  Corrado Gabrini, apprezzato cuoco. Base “Livorno” (IMXZ) Monte del Giogo, estate 1972.

 
     
     
 

 
 

      Foto invernale di gruppo, da sinistra: Piergiovanni, Lumaca, Timpani, Barberis, Ritteri e (in ginocchio) Vicini. Base “Livorno” (IMXZ) Monte del Giogo, febbaio 1972.

 
     
     
 

 
 

Filiberto Lumaca e la neve del Giogo1: base “Livorno” (IMXZ), Monte del Giogo, 1971.

 
     
     
 

 
 

                       I cani del Giogo: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1970.

 
     
     
 

 
 

Filiberto Lumaca e la neve del Giogo II: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1971.

 
     
     
 

 
 

                           La neve del Giogo: base “Livorno”, Monte del Giogo, 1971.

 
     
     
 

 
 

                    Si sgombera la strada: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1971.

 
     
     
 

 
 

   Filiberto Lumaca e la neve del Giogo IV: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1971.

 
     
     
 

 
 

      I ricevitori Troposcatter accuditi da Filiberto Lumaca: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1970.

 
     
     
 

 
 

Filiberto Lumaca e i trasmettitori del Giogo: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1972.

 
     
     
 

 
 

              Sala O/H con apparati: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, agosto 1974.

 
     
     
 

 
 

      Luciano Barberis alle prese con un Feedhorn: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, luglio 1979.

 
     
     
 

 
  In primo piano Gianfranco Carnesecca e, dietro, Luciano Barberis, alle prese con i multiplex: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1980.  
     
     
 

 
 

                      Luciano Barberis: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1983.

 
     
     
 

 
 

      Luciano Barberis (alla guida) e Gianfranco Carnesecca: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, inverno 1985.

 
     
     
 

 
 

                    Multiplex Telettra: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1985

 
     
     
 

 
 

        Sala O/H durante la manutenzione: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1993.

 
     
     
 

 
 

      Da sinistra: Luciano Barberis e Gianfranco Carnesecca: base “Livorno”(IMXZ), Monte del Giogo, 1992.

 
     
     
 

 
 

                                         La bibbia dei tecnici ACE, edizione 1959.

 
     
     
 

 
     
 

 
     
 

 
  Futura base IMMZ di Monte Mancuso (CZ): sotto la neve si issa il paraboloide sperimentale per la prova della tratta con Cefalonia: 1960.  
     
     
 

 
 

      Barberis e Vicini davanti ai paraboloidi verso Monte Vergine Monte Mancuso: Base IMMZ di Monte Mancuso, Catanzaro, luglio 1974.

 
     
     
 

 

 

 
 

 PAGINA:   2   3   4                   HOME PAGE                  SITO GIOGO 

   

 

                                                                                                          

                                 WEBMASTER  IK4MGV Data ultima rev.  01/05/2008